Questo Sì
unpersonal shopper

Quale vaporiera scegliere?

La nostra vaporiera elettrica

In casa abbiamo sempre mangiato in modo sano, ma cucinare sano richiede una considerevole quantità di tempo. Siamo nell’epoca dei Robot in grado di spazzare casa e tagliare il prato, allora ci siamo detti che era il momento di utilizzare un po’ di tecnologia anche in cucina, non un bot in grado di cucinare al posto nostro, ma uno strumento tecnologico capace di ridurre il tempo da dedicare ai fornelli, che crei piatti sani e, magari, anche gustosi.

Inizialmente abbiamo pensato al più famoso – sogno di ogni Bree Van de Kamp – il Bimby, ma non siamo amanti di ricettari e di alchimie che prevedono quantità esatte e tempi di cottura ottimali, in cucina amiamo l’istinto, sperimentare, pasticciare…

Volevamo una tecnologia che ci semplificasse la vita ma che avesse configurazioni prossime allo zero e il Bimby ci sembrava troppo sofisticato e bacchettone per i nostri gusti.

Più leggevamo, più la cottura al vapore ci sembrava la soluzione più adatta a noi: una cottura sana, veloce e dall’utilizzo estremamente semplice. Da non sottovalutare inoltre il costo contenuto. Abbiamo dunque deciso per la vaporiera elettrica.

Perché abbiamo scelto la vaporiera elettrica?

  • Perché basta sbucciare la verdura (non è neanche indispensabile tagliarla a pezzettini) premere un tasto, attendere pochissimo tempo ed è tutto pronto in tavola.
  • Perché il sapore delle pietanze cotte al vapore è assolutamente più intenso e corposo rispetto al sapore del cibo bollito.
  • Perché con una vaporiera a 3 cestelli si possono cucinare 3 pietanze nello stesso tempo senza far perdere di gusto ognuna.
  • Perché a fine giornata si hanno meno pentole e padelle da pulire, si è dedicato meno tempo alla preparazione e dunque ci avanza un po’ di tempo per giocare con nostra figlia.

Il tempo ritrovato

Grazie alla vaporiera riusciamo a cucinare 2 pasti per 3 persone in un sol colpo: un cestello per la carne con un contorno di verdura, un cestello tutto di verdure ed uno con il primo (ci cuciniamo di tutto: orzo, farro, avena, miglio, quinoa, pasta, riso) nell’apposito contenitore. In realtà il manuale della nostra vaporiera non accennava alla possibilità di cuocere pasta o cereali, ma per esperienza diretta vi assicuriamo che non solo è possibile, ma una volta testati i tempi ed il livello dell’acqua è comodissimo.

Quale vaporiera scegliere?

Abbiamo speso davvero molto tempo a leggere specifiche tecniche e recensioni, alla fine abbiamo scelto la Vaporiera Philips HD9190/30 Avance Collection per diverse ragioni:

  • Grande capacità (9 litri)
  • Funzione per mantenere i cibi in caldo dopo la cottura
  • Cestelli lavabili in lavastoviglie
  • Diffusore di aromi
  • Forte sconto rispetto al prezzo di vendita che abbiamo trovato su amazon

La HD9190/30 ha tante altre funzioni piuttosto interessanti, funzionalità che noi non utilizziamo, ma che potrebbero far comodo a chi vuole il massimo controllo in cucina, ad esempio i programmi specifici per cestello e tipologia di alimento, con tempi e temperature studiate per ottenere il meglio da ogni piatto.

Offerta
Philips HD9190/30 Avance Collection Vaporiera con Infusore di Aromi e Programmi Specifici per Ogni Cestello, con Ricettario, Capacità 9 L, Acciaio Inox
  • Infusore di aromi - spezie e aromi deliziosi aggiungono più gusto ai tuoi piatti
  • Cottura a vapore sana! Mantiene le sostanze nutritive degli alimenti + Ricettario
  • Programma Meal & Chef - impostano tempo e temperatura di cottura perfetti per ciascun cestello
  • Funzione per mantenere in caldo gli alimenti fino a che non vengono serviti
  • 3 cestelli - per cuocere a vapore ingredienti diversi in una volta sola

Un ricetta veloce, sana e gustosa anche per i piccoli

L’insalata di pollo, ci piace da impazzire a tutti e tre, soprattutto se ricca di ingredienti diversi, ecco come si può preparare in pochi minuti con la vaporiera:

  • nel cestello inferiore il pollo insieme a qualche cipolla tagliata a metà
  • nel cestello mediano verdure di stagione (anche se le preferite di nostra figlia sono zucchine, patate, carote)
  • nel cestello superiore a broccoli o cereali (farro, orzo o kamut).

Se le verdure sono fresche, una volta tagliate, il tempo di cottura è di 5/10 minuti, se invece sono surgelate si lasciano cuocere intere per mezzora. A cottura ultimata, si taglia tutto a pezzettini, si sfilaccia il pollo, spezie, sale a piacimento  (sempre dopo la cottura per non sbiadire le verdure), olio EVO e taaac in tavola.

Commenti
Loading...